L’intreccio della palma nana in Sicilia, arte e tradizione

Molti accessori moda oggi hanno un inizio e una fine abbastanza breve, legati perlopiù a fenomeni modaioli stagionali, altri invece hanno una vita più duratura. Uno tra questi è la coffa realizzate in palma nana.

La “Chamaerops humilis”, infatti, è un palmizio tipicamente siciliano la cui fibra ottenuta dalle foglie essiccate (in gergo “curina”), viene tutt’oggi utilizzata in Sicilia per la fabbricazione di scope, ventagli, funi, ceste, panieri, stuoie, cappelli, ma soprattutto le famosissime coffe-bag.

Sono ormai considerate un’icona fashion, ma questi secchielli oltre a essere cool sono soprattutto indistruttibili, versatili, resistenti al calore, al logorio del tempo e all’usura.

La coffa siciliana è la cesta tradizionale della nostra sicilia.
Le nostre coffe sono fatte interamente a mano da artigiani locali dalle foglie di palma nana, ogni singolo pezzo è unico.

In passato veniva utilizzata come contenitore dove porre la biada ai cavalli o come borsa per il trasporto di merce che veniva appoggiata sugli asini o usata come elemento decorativo nei  carretti siciliani turante i giorni di festa.
Oggi viene utilizzata come borsa per andare al mare o per fare shopping.

Le piccole imperfezioni sono il segno della lavorazione artigianale e della elevata qualità del prodotto.

Cannolo Bag e Coffa Siciliana

Translate »
Open chat